PROGETTO MUSEO D'ARTE MODERNA V.COLONNA: via Gramsci, 1 Pescara.

Nel 2001 l'architetto Gateano Colleluori, impegnato nei lavori di restauro e riqualificazione degli spazi della ex università, adibiti a museo d'arte, chiede la collaborazione di Marina Giordani per una consulenza finalizzata all'inserimento di un'opera d'arte permanente, integrata nella scalinata che occupa il salone centrale dell'edificio. L'artista Filippo Avalle viene contattato dalla stessa Giordani a relizzare un progetto per lo spazio individuato. Viene così realizzata la Colonna delle stelle marine, un tubo dell'altezza di oltre sei metri in policarbonato trasparente, inserito nel vano centrale della scalinata circolare, attraversato internamente da oltre trecento fibre ottiche ad emissione laterale e sostenuto da una base circolare in cristallo specchiante che ricrea l'effetto di una profondità abissale. Le parole dello stesso Filippo Avalle sono estremamente esplicative della valenza simbolica di questo lavoro, progettato nel mese di novembre del 1998, che valorizza il nuovo museo della città di Pescara, capoluogo adriatico dell'Abruzzo: la colonna delle stelle marine Ŕ metafora di un viaggio verticale nella profonditÓ delle acque marine; un'immersione per la quale il nostro sguardo vede scorrere attraverso l'occhio il mondo vivente sommerso dei mari e degli oceani.

Staff

Progetto architettonico e direzione dei lavori: Arch. Gaetano Colleluori
Consulenza artistica: Marina Giordani
Progetto artistico: Filippo Avalle
Assistenza ai lavori: Giammario Giannotti, Lorenzo Giannotti